Un’idea su come scrivere un libro? Parti dalla tua passione!

Un'idea su come scrivere un libro? Parti dalla tua passione!

Questo guest post è stato scritto da Cesare Valocchia.

 Scrivere un libro, dalle tue passioni

Scrivere un ebook o un libro cartaceo non è semplice. Come cominciare? Me lo sono chiesto anch’io a un certo punto della mia vita, esattamente quando ho deciso di raccontare delle emozioni sprigionate, perché di questo si tratta, dall’attività che svolgo parallelamente alla mia primaria professione lavorativa. Sono un volontario di emergenza 118 con le Misericordie a Roma.

Idea per scrivere un libro: cercala tra le tue passioni

Partendo dall’idea di raccontare una serie di vicissitudini di vita ho iniziato a mettere nero su bianco quello che percepivo negli occhi degli astanti al soccorso, le emozioni delle persone, loro malgrado coinvolte nelle situazioni più disparate, durante i miei giorni di volontariato. Narro momenti di vita, sensazioni veloci, dove la sofferenza la fa da padrona, dove il soccorritore cerca di portare aiuto fisico e morale anche se talvolta le cose non vanno sempre nel verso giusto. Leggere gli sguardi è stata sempre una mia caratteristica, ho tentato di trasmettere il senso di impotenza, la fatica, la paura, la fiducia percependo talvolta solo un grazie espresso con gli occhi. Dopo centinaia di modifiche e rielaborazioni dei miei test, ho deciso di affidarmi ad un professionista che sapesse eseguire un editing professionale per ciò che avevo in mente. La fase di collecting delle informazioni ha richiesto molto tempo; il cammino è stato lungo.

 Il processo di editing

Mi sono recato in libreria dove ho acquistato il libro di una scrittrice che insegnava come impostare la stesura di un libro, suggeriva come affrontare gli errori più comuni e le cose da evitare. Successivamente ho cercato di mettere in pratica quanto appreso e successivamente l’ho contattata, chiedendole se poteva sottoporre ad editing il mio testo.

Una volta passata la fase di editing ho approcciato una nuova ricerca, riguardante il percorso da seguire per chi come me ha scelto l’autopubblicazione. Piattaforme di self-publishing atte a tale scopo ve ne sono svariate, ne cito solo alcune come ilmiolibro, Youcanprint, Lulu e Narcissus.

 Dal self-publishing all’ebook

Dopo aver chiesto consigli su forum e interpellato direttamente coloro che avevano utilizzato tali servizi, ho deciso di scegliere Narcissus. Questa piattaforma l’ho trovata ottima a dire il vero per tutta una serie di aspetti, primo su tutti l’assistenza da parte degli operatori on line. La piattaforma inoltre promuove al suo interno un software chiamato backtypo che fornisce la possibilità di impaginare autonomamente il proprio testo, scegliendo stile di impaginazione e caratteri.

Il sito inoltre permette la conversione dal file in formato Word nel formato ePUB idoneo alla realizzazione di un ebook. Se poi lo si desidera Narcissus vi aiuta anche nel caso vogliate stampare il testo, fornendo un preventivo online della spesa. Per completare il vostro ebook, sarà necessario ottenere la validazione del proprio ePUB: il mio consiglio è quello di esprimere ogni dubbio o perplessità al servizio clienti, sempre disponibilissimo a risolvere ogni problematica. Superato anche lo scoglio validazione, il vostro ebook sarà pronto! Il processo è necessario affinché il formato convertito sia correttamente riconosciuto dai grandi distributori come Amazon, Ibs, Mondadori e molti altri, che poi lo pubblicheranno nei loro siti.

 Scegliere la copertina

Infine la copertina: per la copertina ho provveduto da solo a dire il vero: ho creato l’immagine estrapolandola da un video, filtrandola e curando l’aspetto cromatico, seguendo l’impatto psicologico della cromoterapia, perché mi sono messo a studiare anche come vengono interpretati dal cervello i colori nei vari contesti. La copertina di un ebook in particolare, è davvero fondamentale: personalmente la paragono al momento in cui qualcuno vi stringe la mano, quello che vi trasmette è immediato, lo stesso vale secondo me per la copertina.

Spero di avervi incuriosito; questo è il mio ebook: Non dirmi grazie.

Non dirmi grazie - Racconti di emergenza 118: ordinaria e straordinaria

Informazioni sull’autore di questo post:

Mi chiamo Cesare Valocchia e sono nuovo del mondo della scrittura, dopo un diploma tecnico e i primi lavoretti per arrotondare sono entrato nel mondo del turismo degli Hotel 4 stelle dove ho maturato la professionalità di segretario di ricevimento e cassa per quasi 12 anni. In seguito ad un periodo di aspettativa ho girato qua e la per l’Inghilterra approfondendo le lingue straniere sul campo, un percorso che avevo già intrapreso durante il mio lavoro di receptionist.

Lavorando negli hotel in Italia e in Inghilterra ho migliorato sensibilmente l’inglese, e superato le selezioni in Ryan Air in qualità di flight-attendant, non convinto di ciò che mi si prospettava per il futuro, ho declinato e ho ed iniziato a studiare il castellano, a Barcellona, Madrid e presso l’istituto Cervantes di Roma. Nel 2006 ho superato un concorso pubblico nel trasporto pubblico della mia città e attualmente lavoro come agente di stazione in metropolitana. L’idea di scrivere un piccolo libro mi è venuta in seguito all’attività che svolgo quando non lavoro, quella del soccorritore volontario 118. Mi sono quindi formato acquisendo la competenza sui vari protocolli di intervento nell’ambito trauma, pediatrico e BLSD aggiornati periodicamente.

2 commenti

Cosa ne pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2014-2018 - Carlo Armanni owner Aspirante Scrittore | Cookie - Policy /Privacy