Gestire i nomi dei personaggi di un libro

Gestire i nomi dei personaggi di un libro

In questi giorni sto leggendo Agonalia (La Lancia di Marte) di Alessandro Girola, un ebook che trovo molto ben scritto, e ripensando alle pagine lette mi sono soffermato su alcuni personaggi narrati dall’autore, in particolare un militare di nome Bello: solo un nome, nessuna descrizione e nessuna caratterizzazione.

Niente di particolare poiché in realtà Bello, è soltanto una semplice comparsa nella narrazione e l’autore del racconto ha saputo trasmetterne la necessaria leggerezza. Tuttavia, premettendo che non ho ancora concluso il racconto e pertanto mi riservo di aggiornarti in futuro: se Bello non fosse coinvolto in maniera diretta con la trama, personalmente avrei omesso completamente il suo nome.

Gestire i nomi dei personaggi di un libro

Altri autori infatti hanno la brutta abitudine di propinare decine e decine di nomi e personaggi in poche pagine, tanto da rendere difficoltoso e alquanto impegnativo seguire il corso degli eventi: posso comprendere una sfuggevole descrizione di una comparsa in un romanzo, ma non posso tollerare che ciò accada in un ebook di 30 pagine.

Dare il nome ad un personaggio di un racconto è necessario, quando questo è intimamente correlato con la storia:

  • è un personaggio di cui ci si deve ricordare
  • avrà un ruolo successivo
  • è un personaggio che interagisce con i protagonisti e/o comprimari della storia
  • fornirà indizi necessari allo svolgimento
  • e così via…

Se il tuo personaggio non rientra in uno dei casi sopraelencati, puoi tranquillamente evitare di dargli un nome: invece che «Giorgio aprì la portiera posteriore ed aiutò a scendere la duchessa Priscilla», ha più senso scrivere «l’autista aprì la portiera posteriore ed aiutò a scendere la duchessa Priscilla». Come vedi dare un nome all’autista, fa scattare nel lettore una sorta di meccanismo automatico che lo induce a pensare, che prima o poi si parlerà nuovamente di Giorgio, tuttavia se tale aspettativa non sarà corrisposta, il lettore si sentirà confuso.

E tu, sei uno che da il nome a tutti i suoi personaggi, oppure lo associa solo ai protagonisti e comprimari?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2014-2018 - Carlo Armanni owner Aspirante Scrittore | Cookie - Policy /Privacy